Collaborazione Born Pretty Store: Nail Art Stamping Polish Green

martedì, settembre 08, 2015

Ciao a tutte ragazze, qualcuna di voi ieri ha visto Pechino Express? Io non ho fatto altro che ridere e devo ammettere che ho già le mie coppie preferite. Io e la cognata abbiamo deciso di fare il tifo per Shalpy perché mi sa tanto che avrà vita breve nel programma, quindi merita il nostro supporto morale ahahah. Non vedo l'ora che sia mercoledì per vedere la seconda puntata! 
Detto questo passo a parlarvi di questa collaborazione col sito di Born Pretty Store, e quest'oggi vi propongo un altro smalto per lo stamping.

Born Pretty Store Nail Art Stamping Polish Green

Quantità 6 ml
PaO /
Prezzo 4.55 €

Born Pretty Store ha realizzato due linee di propri smalti per lo stamping, e se non erro questo smalto fa parte della prima linea che è uscita, composta da sei tonalità, tre crème e tre metallizzati.
Il colore che ho scelto di provare è questo verde con base blu e shimmer oro, dal finish metallizzato davvero brillante, adatto per sfruttare gli ultimi raggi del sole di questa estate.


Il pennello è corto e sottile ed ha una forma regolare, ma nonostante sia così piccolo non crea alcun problema durante la stesura del prodotto, che risulta fluida e scorrevole, sia sulla plate che sulle unghie.
Essendo uno smalto studiato per lo stamping è più denso rispetto ad uno smalto normale, e si incastra perfettamente nelle trame delle plates; posso assicurarvi che non correrete il rischio di trovarvi con un disegno tagliato a metà o frastagliato, avrete un risultato perfetto, che risalterà ancora di più se steso su una base scura, meglio se nera, perché in questo modo riuscitere a far esaltare al meglio il verde e l'oro dello shimmer.
La coprenza è eccellente fin dalla prima passata, omogenea e corposa, il che lo rende perfetto anche come semplice smalto di base, e ciò significa che non sarete costrette a stenderlo sopra una mutanda.
Tempi di asciugatura davvero eccellenti.
Nonostante l'effetto metallizzato, lo smalto tende a restare un pochino opaco, quindi vi consiglio di passarci sopra una mano di top coat e vedrete come ne verrà esaltata la brillantezza.
A mio parere è uno dei colori più belli di questa linea, ed io con le tonalità di verde non vado molto d'accordo, ma questa mi è piaciuta a tal punto da aver deciso di tenere la nail art che ho realizzato invece di toglierla subito, come faccio di solito, ed ha riscosso anche un certo successo perché ho ricevuto diversi complimenti.
Se cercate dei buoi smalti per il vostro stamping vi consiglio questi, ed al momento 5 su 6 sono scontati del 35%. Normalmente lo paghereste 4 euro e 55, mentre ora lo trovate a 2 euro e 95; se decidete di acquistarlo vi lascio il link dove potete trovarlo: http://www.bornprettystore.com/green-nail-stamping-polish-born-pretty-nail-varnish-stamp-p-18134.html

Per la nail art ho utilizzato la plate BP-L004 di Born Pretty Store
Luce solare
Luce interna
Flash
Luce artificiale
Dettaglio boccetta
Dettaglio colore






Vi ricordo che per voi c'è uno sconto del 10% sui vostri acquisti che riguardano i prodotti per le unghie, non dovrete fare altro che inserire il mio codice personale quando state effettuando il pagamento. Se lo utilizzate almeno cinque volte me ne verranno spediti alcuni per fare un giveaway. 
Potete trovare Born Pretty Store anche su: Facebook  Instagram Twitter

Tutti i prodotti mi sono stati inviati dall'azienda allo scopo di recensirli. Non ho ricevuto alcun compenso monetario per scrivere questo post, e le mie valutazioni non sono state in alcun modo forzate, si tratta della mia personale opinione riguardo al prodotto ricevuto.
 
 

Alla prossima :)

Ti potrebbe interessare

2 commenti

  1. Nero e verde metallico = amore
    E' come la Opel Adam che adoro >_>

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stranamente l'accoppiata col nero riesce a farmi amare il verde XD

      Elimina

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.