Nail Care | Unghie: impariamo a conoscerle

lunedì, maggio 11, 2015

Ciao a tutte ragazze, ho deciso di voler realizzare questa rubrica che tratterà della nail care, e i successivi post saranno suddivisi in step, come se stessimo eseguendo una manicure. 
Certo non andò a scoprire l'acqua calda, perché in giro ce ne saranno almeno un trilione, o forse più, ma ci tenevo tanto a farla, e spero che possa esservi utile.
Quel che farò non sarà altro che documentarmi sul web, dal momento che non ho un vero e proprio manuale dal quale poter attingere, e poi rielaborare il tutto a modo mio, unendo informazioni che già sapevo ad altre che praticamente scoprirò insieme a voi, cercando di esprimere i concetti in maniera chiara e semplice.
Tempo fa avevo scritto un post sulla mia nail care (che potete trovare a questo link), ma in questa rubrica cercherò di essere più dettagliata.
In questo primo post parleremo in modo specifico delle unghie.
Se ci si avvicina al mondo degli smalti e affini, e non si affronta il tutto come un banale passatempo, del tipo mi smalto le unghie tanto per, secondo me è bene conoscere il proprio strumento in ogni suo aspetto, partendo dalla base.
Quindi che cos'è un'unghia? Si tratta di una struttura semitrasparente, dalla forma leggermente convessa, con cui finisce l'estremità delle dita. Le sue funzioni principali sono quelle di protezione e contribuisce alla stabilità delle dita stesse.
È formata da cheratina, una proteina filamentosa ricca di zolfo, ed essa è il principale costituente non solo dellle unghie ma anche di peli, capelli e dello strato corneo dell'epidermide. Oltre alla cheratina sono presenti, in quantità minori, anche grassi, vitamine, acqua, aminoacidi e minerali.
Com'è strutturata un'unghia?

Radice
È costituita dalla parte di lamina inserita nella pelle.


Lamina ungueale
Non è altro che il corpo dell'unghia, formato da strati di cheratina che le danno spessore, e questo le rende elastiche e robuste. Vi siete mai chieste cosa determina la fragilità o la flessibilità delle unghie? È la quantità dell'acqua, che in un'unghia sana si aggira attorno al 18%, se questa aumenta le unghie tendono ad essere più tenere e flessibili, mentre se questa diminuisce diventano secche e fragili. 
Il suo colore naturale è rosa, a causa del sangue che si vede attraverso il derma trasparente, mentre se distaccata tende ad assumere un colore giallastro, che è tipico delle sostanze cornee.
La lamina a sua volta si suddivide in tre parti:
Lanula - comunemente conosciuta col nome di lunetta. È l'area bianca a forma di mezzaluna che si trova alla base dell'unghia, ed è maggiormente evidente nel pollice, anche se non in tutti.
Corpo - la parte centrale e più estesa dell'unghia.
Margine libero (o distale) -  è l'estremità dell'unghia che non aderisce al letto ungueale, ed è caratterizzata da un colore bianco opaco.
La crescita delle unghie, dovute al periostio (una membrana di tessuto connettivo), è di circa 0,1-1 mm al giorno, ed è più veloce nelle mani rispetto ai piedi. Una cosa che forse non sapete è che durante l'estate le unghie crescono molto più velocemente rispetto alle altre stagioni.


Letto ungueale
È lo strato di cute su cui poggia il corpo ungueale, ed il suo compito è quello di produrre la
lamina cornea dell'unghia. Da esso dipende la larghezza delle nostre unghie.


Matrice
Ha la forma di un ferro di cavallo ed è la parte nascosta dalle cuticole, che va dal solco ungueale fino alla lanula. È proprio la matrice a produrre cheratina, e il suo processo di cheratinizzazione porta alla formazione della lamina ungueale, sia in lunghezza che in spessore.


Eponichio
È un bordo di cute che ricopre la radice. È resistente e aderisce alla lamina ungueale. Questa, crescendo, ne trascina un sottile strato con sé, formanto la cuticola. A differenza di quest'ultima, è un tessuto viso e irrorato da vasi sanguigni.


Cuticola
È uno strato di pelle elastica cheratinizzato che cresce sull'unghia, e si trova tra l'eponichio e la lamina. Per quanto antiestetica, la cuticola ha una funzione protettiva e rende la lamina impermeabile. Si preferisce spingerla indietro con un apposito strumento, e la si taglia solo nei casi in cui ricopra in modo eccessivo la lamina.


Iponichio
È un bordo di cute che si trova sotto il margine distale, e la sua funzione principale è quella di proteggere il letto ungueale da microrganismi patogeni, agenti esterni e allergeni.

Solchi ungueali
Si trovano ai lati dell'unghia.

Gli occhi saranno anche lo specchio dell'anima, ma le unghie lo sono dell'organismo; lo sapevate? Di fatti il colore e la forma che assumono possono dirci molto sul nostro stato di salute, e indirizzarci verso alcune patologie.
Un'unghia sana ha un bel colore rosato, è resistente ed ha una superficie levigata e uniforme; se le vostre unghie non sono così allora significa che c'è qualcosa che non va. Però fate attenzione a un fattore: se le anomalie sono presenti solo su una o un paio di unghie significa che la causa è esterna, mentre se a cambiare colore e forma sono tutte le unghie può significare la presenza di una malattia interna.
Vediamo insieme cos'hanno da dirci le nostre unghie: (ovviamente si tratta di un discorso approssimativo, non essendo io un medico)
Unghie ingiallite: il colore giallognolo è spesso dovuto all'utilizzo di smalti di cattiva qualità o di smalti dai colori molto intensi applicati direttamente sull'unghia, senza l'utilizzo di una base. Oltre a questo anche l'uso frequente e prolungato degli smalti tende a ingiallirle, di fatti è consigliato farle "respirare" per qualche giorno, prima di applicare un nuovo smalto. 
Le unghie ingiallite possono indicare anche la presenza di malattie all'apparato respiratorio, e in questo caso il cambio di colore avviene sia sulle unghie delle mani che dei piedi.
Unghie blu/nere: Può essere sia la conseguenza di un trauma fisico, per cui c'è la comparva di un livido, oppure può trattarsi di un melanoma, e in questo caso è meglio sottoporsi subito a degli esami del sangue.
Unghie blu/viola: Indica la presenza di problemi cariocircolatori.
Unghie verdi: Si tratta di muffa, ed è causata da una scarsa igiene o dalla presenza di acqua stagnante sotto l'unghia artificiale.
Unghie pallide: Possibile anemia.
Macchie bianche sull'unghia: Si tratta di bolle d'aria tra le lamine. Si formano a causa di microtraumi che si verificano sulla matrice dell'unghia. Se invece interessano tutte o la maggior parte delle unghie, allora ci troviamo di fronte a una possibile malattia della pelle, come la psoriasi e la dermatite atopica.
Unghie bianche e brune: Si tratta di un fungo (onicomicosi) che va subito curato per evitare che anche le altre unghie vengano contagiate.
Unghie bianche e rosa: Se le unghie appaiono bianche ma con una striscia rosa nella parte finale, allora si tratta di cirrosi epatica.
Unghie che si sfaldano: Sono dovute a una carenza di vitamine A, B6 e Calcio; una corretta alimentazione può risolvere questo problema. Altre cause possono essere traumi, utilizzo di sostanze chimiche, cattiva digestione, stanchezza o irregolarità nel ciclo.
Righe verticali: Sono legate al naturale processo di invecchiamento.
Le mani, e in questo caso le unghie, per noi donne sono una specie di biglietto da visita, e se non ce ne prendiamo cura allora è un po' come andare in giro con un bel vestito ma completamente sgualcito, e nessuna di noi lo farebbe, dico bene? Quindi perché mettere in mostra delle unghie rovinate?
Non servono chissà quali sforzi per avere unghie belle e sane, di fatti bastano dei piccoli accorgimenti. Uno di questi è l'alimentazione.
Quando vediamo che le nostre unghie sono deboli, si sfaldano e si rompono con facilità dobbiamo interpretarli come campanelli d'allarme, di fatti significa che qualcosa non va. Sappiamo bene che una dieta equilbrata ricca di proteine, minerali e vitamine è il primo passo per avere unghie più forti. Introducendo o aumentando la dose di determinati alimenti, possiamo dare una grossa mano alle nostre unghie.
Quali sono i nutrienti che non devono mai mancare nella nostra dieta:
Vitamina B5, favorisce il deposito di acqua che aumenta la robusteza delle unghie.
Vitamina B6, consente il rilascio di cisteina, componente della cheratina.
Vitamina B8, migliora la solidità e lo spessore delle unghie.
Vitamina E, favorisce la flessibilità delle unghie.
Acidi grassi essenziali, regolano la crescita dell'unghia.
Ferro, le fortifica.
Zinco, partecipa alla formazione della cheratina.
Silicio, favorisce la formazione del tessuto connettivo sano, in particolare dell'epitelio, che produce la sistanza base del letto ungueale.

E questi sono i cibi che possono aiutare le nostre unghie:
Gruppo vitamina B: lievito di birra, tuorlo d'uovo, olio di germe di grano, semi oleosi, cavoli, piselli, yogurt (B2) riso, tonno, olio di semi di girasole, crusca, farine integrali biologiche, vegetali a foglia verde, piselli, prugne, banane (B6) carote, pomodori, lattuga, fegato di bovino, arachidi, noci, piselli, farina d'avena, fagioli (biotina) carne, uova, latte, yogurt, formaggi (B12)
Ferro: verdure fresche, carni rosse, carni bianche, noci, fegato bovino, frutti di mare, spigola, carne di cavallo, lenticchie, ceci, spinaci, prugne, fichi secchi, cacao amaro, mandorle.
Vitamina A: vegetali di colore giallo-arancione, olio di germe di grano, olio di fegato di merluzzo, fegato, tuorlo d'uovo, spinaci, broccoli, verze, aglio, prezzemolo, cicoria, pomodoro, lattuga, melone, albicocca, pesca, arancia, anguria.
Calcio: latte vaccino, derivati del latte, frutta secca.
Vitamina C: frutta fresca e verdura, succo d'uva, peperoni, ribes, prezzemolo, broccoli, kiwi, clementine, arance.
Zinco: ostriche, fegato, latticini, ortaggi a radice, semi di zucca, uova sode, lievito di birra, noci, anacardi, mandorle.
Zolfo: aglio, cipolla.
Silicio: Cereali integrali.
Omega 3: salome, sgombro, trota, branzino, merluzzo, uova, semi di lino, vegetali a foglia verde, soia, frutta secca.

Per finire qualche utile consiglio per mantenere le vostre unghie belle e sane:
  • Evitate di sollevare le linguette dei barattoli con le unghie.
  • Non tamburellatele contro le superfici.
  • Non mangiatevi le unghie e non strappate via le pellicine con i denti.
  • Mettete sempre una base protettiva quando stendete uno smalto.
  • Evitate l'uso frequente di smalti.
  • Fate la manicure completa almeno due volte al mese.
  • Prendetevi cura delle cuticole con prodotti specifici.
  • Tenete le vostre unghie sempre asciutte e pulite.
  • Non tenete le dita immerse nell'acqua per troppo tempo.
  • Quando fate le pulizie o lavate i piatti indossate dei guanti.
  • Evitate i solventi che contengono acetone.
  • Idratate frequentemente mani e unghie.
  • Bevete molta acqua.
  • Limate regolarmente le unghie.
  • Assumete integratori di biotina.
  • Seguite una dieta equilibrata.
Spero che questo primo post vi sia piaciuto e vi possa essere utile, alla prossima :)

Ti potrebbe interessare

2 commenti

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.