Tutorial: Leopard

lunedì, novembre 26, 2012

Salve bella gente :D mentre aspetto che si facciano le tre, così che io possa cominciare a prepararmi per l'ennesima lezione di guida, mangio i miei Ringo e mi accingo a postarvi questo secondo, piccolo tutorial.
Ormai penso sia chiaro che vado su YouTube, guardo i vari tutorial postati e li provo sulle mie unghie, se escono bene (cosa assai rara) provo io stessa a farci un tutorial. Ovviamente se volete vederne uno fatto bene andate anche voi a cercarli su YT, lì le ragazze hanno molta più manualità di me ahahah.
Questa volta si tratta dell'effetto leopardato, che settimana scorsa avevo provato su un solo dito, così per passare il tempo, e mi era piaciuto molto, per questo motivo ho deciso di fare un secondo tentativo.
All'inizio volevo farlo bianco con le macchie colorate, ma ho fatto la cazzata di mischiare i due smalti bianchi che avevo, perché uno stava finendo. Risultato: una cacca! Ed ora sono costretta a comprare un nuovo smalto bianco perché non posso più usare quelli che ho .-. Queste sono le occasioni in cui mi do dell'idiota da sola.

Per questo tutorial vi occorrono:
  • Smalti (Nero + colori a scelta)
  • Pennelli per nail art
  • Dotter

1) Stendere la base di un colore a piacere.
2) Con il dotter (ma potete usare anche un pennello o uno stecchino) create le macchie, utilizzando uno o più colori diversi dalla base.
3) Con un pennellino (o uno stecchino) tracciate i contorni delle macchie con lo smalto nero, lasciando uno spazio sia a destra che a sinistra. Vi consiglio di far passare il nero un pochino anche sulla macchia, in modo che non si noti il distacco.
4) Concludete creando delle linee e dei punti negli spazi ancora liberi, sempre con lo smalto nero, in questo modo l'effetto rende meglio..
     
Bene, il tutorial finisce qui :D ora vado a truccarmi, e spero di non mettere sotto nessuno!




Ti potrebbe interessare

2 commenti

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.